Spiaggia Porto Corallo, la spiaggia della storia

La spiaggia di Porto Corallo è situata nella regione del Gerrèi, nei pressi della foce del Flumendosa, vicino ai villaggi di Muravera e Villaputzu, il suo nome, così suggestivo, risale ai secoli XVI e XVII, quando vi erano le colonie coralline.

Il corallo era un’importante risorsa, veniva lavorato e utilizzato per l’arte orafa, molto presenta in zona. Qui le testimonianze storiche non mancano davvero! Partiamo da reperti di età nuragica, per arrivare alla dominazione viscontea e spagnola, supportate dalle torri e dai castelli, si può dire che la spiaggia di porto Corallo, coniuga il fascino della natura con quello della storia!!

La sabbia di questa bella spiaggia è di colore dorato a grana media, spuntano scogli qua e là, sia nell’acqua sia sull’arenile. Il paesaggio è circondato dalla vegetazione mediterranea che scende fino al mare, verso l’interno troneggia la torre del Corallo, costruita dagli spagnoli, nel 13° secolo, per avvistare i pirati, che minacciavano questo tratto di mare.

Per raggiungere la spiaggia di  Porto Corallo, si deve percorrere la Strada Statale 125, seguendo le indicazioni per il paese di Villaputzu, qui si svolta per la Strada Provinciale 99 fino al porticciolo turistico di Porto Corallo, superato il quale si arriva alla spiaggia.

Porto Corallo è il punto di partenza di numerose escursioni, con itinerari storico-naturalistici, si possono trovare molti servizi ed è accessibile alle persone diversamente abili, grazie al fondale basso è perfetta per le famiglie con bambini, molto spesso la spiaggia è battuta dal vento e questo la rende amata dai surfisti, le sue acque chiare e cristalline sono preferite da chi pratica immersioni subacquee.