Scopri Alghero e la Riviera del Corallo spiagge attrazioni turistiche e…

Alghero e’ senza dubbio il centro cittadino piu’ importante di questo litorale. Quattro secoli di dominazione spagnola, a partire dal XIV secolo, hanno lasciato segni evidenti. La cittadina ha infatti conservato l’uso della lingua catalana. Tutto da ammirare, frutto della dominazione spagnola, è un percorso che prende l’avvio da piazza Porto Torre, dove svetta la torre del Portal , dalla cui cima si vede tutto il borgo antico. Si prosegue poi lungo via sassari fino alla torre del Saint Joume, al limite estremo del lungomare.

  • Caratteristiche delle spiagge e del territorio.

E’ una zona paesaggisticamente interessante della Sardegna non solo per le acque cristalline del mare, ma anche per le numerose grotte, ricche di cunicoli, che si aprono nelle rocce a strapiombo sull’acqua. Questo litorale è caratterizzato dal famoso promontorio di Capo Caccia, che con le sue imponenti falesie calcaree forma l’ampio Porto Conte, unico vero porto naturale dell’isola. Esso è limitato a sud-ovest dall’altrettanto aspro promontorio di Punta Giglio, oltre il quale si apre la Rada di Alghero. A nord si incontra la vasta spiaggia di Porto Ferro e la costa dell’Argentiera, sabbiosa ed accessibile solo in alcuni punti, che presenta pareti spesso ripide e strapiombanti di grigia roccia scistosa. Il suo aspetto selvaggio caratterizza anche le verdeggianti colline dell’entroterra. La Riviera del Corallo prende il nome dalla presenza di colonie dell’oro rosso nei fondali del mare prospiciente e nella preti sommerse si Capo Caccia. Il litorale algherese è poi sabbioso fino alla città, per ridiventare alto e suggestivo verso sud, nella costa di Villanova Monteleone.

  • Intrattenimento notturno e divertimento

Alghero e’ chiamata anche “Barceloneta” , ossia la piccola Barcellona, chiamata cosi perche’ ha infatti conservato l’uso della lingua catalana e per via del turismo e della cosidetta “movida” soprattutto d’estate che ricorda quello caratteristico della famosa citta’ spagnola, ricco di vita notturna.

  • Cibo e prodotti tipici

La cucina della riviera algherese si basa soprattutto sul pesce e i crostacei, in particolare sulla famosa aragosta algherese conosciuta e apprezzata in tutto il mondo; alcuni piatti tipici sono l’aragosta all’algherese, la coppazza e gli spaghetti ai ricci di mare e gli spaghetti alla bottarga, le monzette sotto sale cotte al forno e la paella algherese, che si accompagnano poi ai piatti e ai prodotti tipici della cucina sarda del nord; tra i dolci alcuni dei più tipici sono la crema bruciata e il menjar blanc. Tra le verdure ricordiamo il pomodoro corallino, il pomodoro camona e i cardi.

Il vino di questa zona, l’Alghero DOC, viene per la maggior parte prodotto dalla tenuta Sella & Mosca, di cui è possibile visitare le cantine e che ha un ecomuseo del vino al suo interno; un pregiato vino sardo prodotto esclusivamente in questa zona è l’Anghelu Ruju, in quanto le vigne sono attorno al sito archeologico. Importante anche la produzione di olio d’oliva, che proviene dagli oliveti del territorio algherese.

  • Dove alloggiare per rimanere in zona

Come e’ ovvio, e’ Alghero il principale punto dove poter trovare hotel, b & b, ostelli e case in affitto per la perlustrazione della zona. Nel centro catalano son presenti anche diversi campeggi, a costi piuttosto ridotti, dove poter soggiornare in tenda e nei bungalow interni, confortevoli e di basso costo.

  • Come Raggiungere (in auto, Nave, Aereo)

Quest’area costiera, situata nella parte nord-occidentale della Sardegna, rientra nel territorio dei comuni di Villanova Monteleone, Sassari, capoluogo di provincia e seconda città dell’isola, e Alghero, capitale del turismo della costa occidentale. L’accesso è semplice se si sbarca a Porto Torres o se si giunge in aereo a Fertilia, entrambi nodi fondamentali delle comunicazioni isolane; via terra si perviene a Sassari da sud con la 131 e si prosegue per Alghero verso ovest con la ss291. Da Alghero si raggiunge l’altopiano di Villanova Monteleone (a sud) tramite la ss292. Altro fondamentale nodo di comunicazione dell’area è la ss597 Sassari-Olbia.

  • Come spostarsi in zona

La zona e’ facilmente percorribile in auto , fuoristrada, scooter. Per l’escursione nelle famose grotte di Nettuno, occorre utilizzare la barca (propria, o tramite tour personalizzati).

 

LE PIÙ BELLE SPIAGGE DELLA SARDEGNA ZONA DI ALGHERO E RIVIERA DEL CORALLO